LE FIABE SARDE A SORENGO

NARRATE DAL GRUPPO INTRECCIAFOLE

MERCOLEDI' 14 DICEMBRE 2016

 

Il Circolo partecipa alla serata dedicata alle Fiabe Sarde organizzate con il gruppo Intrecciafole, per far conoscere attraverso le fiabe e leggende sarde, la musica e un saporito rinfresco, la tradizione sarda.

Dopo un'introduzione sulle fiabe in Sardegna, il gruppo Intrecciafole narrerà e leggerà alcune fiabe sarde, intervallate da musica tipica sarda. La serata si concluderà con un ricco rinfresco per tutti i presenti. 

 

 

 LA SOCIETÀ SVIZZERA DELLE FIABE

Sezione della Svizzera italiana

IL CIRCOLO CULTURALE SARDO

SA BERRITTA

e

LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SORENGO (LUGANO)

con il sostegno del Dicastero Cultura

del Comune di Sorengo

invitano alla serata sul tema

LE FIABE SARDE

Ingresso: libero. Rinfresco sardo.

Luogo: SALA CICCentro Incontro Cortivallo, Via al Laghetto 5 a Sorengo, LUGANO

Ora : 20:30

Scarica qui il flyer con tutte le informazioni per raggiungerci!

A ZURIGO: CONCERTO DI NATALE

Sabato 17 Dicembre 2016

INVITO    LUIGI LAI

 

Tradizionale Concerto di Natale con Musiche barocche di maestri italiani e Musica popolare sarda.
Eccezionale partecipazione del maestro Luigi Lai alle Launeddas.

 

"Un viaggio musicale dal medioevo al ‘700 alla musica popolare sarda"

 

A partire dalle ore 17:00.

Sala PIRANDELLO nella CASA D’ITALIA DI ZURIGO
Erismannstrasse 6 – 8004 Zurigo

Ingresso libero.

CONFERENZA "LA PASTA: STORIA, ORIGINI ED EVOLUZIONE"

 

Sabato 10 Dicembre 2016     INVITO

 

Una Conferenza sul “monumento culturale” italiano più  conosciuto nel Mondo: “La pasta. Storia, origini ed evoluzione”

Un piacevole e istruttivo intervento, che documenta i pregi e le virtù di quella che è stata definita la massima «espressione del genio collettivo del popolo italiano»,corredato da un scelto repertorio fotografico e da una documentazione filmica.

Conferenza di Tindaro Gatani con aperitivo finale.

Tindaro Gatani

Sede del Circolo Sardo Efisio Racis - Wydäckerring 148, 8047 Zurigo

Ore 18.00. Ingresso libero.

LA CHIUSURA DELLA MOSTRA A ZURIGO “SARDEGNA, L’ISOLA DELLE TORRI”

di Domenico Scala, Tottus.In.Pari

 

Si è conclusa , il 25 settembre 2016, la mostra dal titolo “Sardegna. L’isola delle torri ” aperta il 15 aprile 2016 presso le sale della prestigiosa Università di Zurigo. Una iniziativa che – possiamo dirlo – non ha precedenti: per ben cinque mesi sono stati esposti oltre ottocento reperti archeologici che raccontano la storia, la cultura, il carattere della Sardegna. Una vetrina di eccezionale valore grazie anzitutto alla competenza e alla sensibilità mostrata dai curatori dell’esposizione, i quali hanno saputo trasformare la mostra in un evento di grande richiamo.

L’interesse suscitato è ampiamente dimostrato dal gran numero di articoli, annunci e richiami apparsi sulla stampa quotidiana e periodica (comprese le testate rivolte al pubblico femminile) dell’Europa tutta. Il pubblico ha colto l’importanza dell’iniziativa ed è accorso numeroso ad ammirare statuette, vasi, armi, arnesi ecc. che i musei della Sardegna avevano fornito ai curatori di Zurigo. Un altro aspetto che merita rimarcare è la inusuale durata della mostra stessa: ben cinque mesi offerti alla nostra Isola per poter far meglio conoscere i segni e i simboli della sua storia plurimillenaria. Osiamo credere che questa straordinaria cassa di risonanza abbia influito non poco a determinare l’incremento del turismo elvetico nella nostra Isola. Ma è anche chiaro che la presenza dei sardi in Svizzera, con le loro numerose iniziative culturali, tiene costantemente acceso il faro dell’interesse sulla Sardegna. Da ciò nasce una collaborazione intensa e fattiva con le autorità elvetiche, collaborazione che si è prodotta anche lo scorso tre settembre quando le sale della mostra archeologica si sono animate dei suoni ancestrali delle launeddas e dei profumi della tradizione enogastronomica sarda.

Una serata emozionante che ha richiamato un pubblico assai numeroso e che ha costituito l’eccezionale sigillo d’un evento decisamente memorabile. La straordinaria riuscita della manifestazione è stata resa possibile dalla presenza della federazione dei Circoli Sardi in Svizzera e dal contributo del circolo dei sardi di Zurigo, unitamente all’iniziativa dell’Ufficio eventi della Città che ha inserito “Sardegna. L’isola delle torri” nel circuito dei musei e delle iniziative in corso a Zurigo. Sia consentito, infine, esprimere un moto di legittima soddisfazione per la piena riuscita d’una manifestazione che ha fornito un robusto contributo alla conoscenza della Sardegna.

https://www.sardizurigo.ch/Documenti/2016.10.09_Tottus.In.Pari.Mostra.Zurigo.pdf

LA FEDERAZIONE DEI CIRCOLI SARDI DELLA SVIZZERA HA UN NUOVO PRESIDENTE

Lucerna, 20 gennaio 2013

Col voto unanime del consiglio nazionale dei circoli federati, Antonio Mura, presidente del Circolo di Lucerna, assume la carica di presidente della Federazione dei circoli sardi in Svizzera, lasciata vacante da Francesca Fais dopo sei anni di intensa attività a favore dei sardi nel mondo, mentre a Lorenzina Zuddas, presidente del Circolo di Ginevra, è stata assegnata la carica di vice presidente.

Antonio Mura ha maturato tanta esperienza sui temi dell’emigrazione, sia per la lunga attività svolta nel circolo di Lucerna in veste di presidente, come membro del Consiglio nazionale e di vice presidente della Federazione.

Spetta a lui, dunque, il difficile compito di “traghettare” la Federazione dei circoli Sardi in Svizzera fuori dalle difficoltà che si profilano all’orizzonte, soprattutto dopo i tagli dei fondi destinati ai circoli degli emigrati decisi dall’Assessorato del lavoro della Regione Autonoma della Sardegna.

Una decisione ritenuta iniqua e irresponsabile dal Consiglio nazionale, poiché rischia di vanificare l’enorme lavoro fatto dalle federazioni dei circoli sardi nel mondo non solo per tenere saldi i legami tra i sardi ovunque residenti e la Regione, ma anche nel veicolare pregiate rimesse finanziarie verso la Sardegna e sviluppando interessanti nicchie di mercato che assorbono una parte sempre più importante dei prodotti sardi.

Si tratta di un tema caldo che sarà ripreso e messo in discussione dal neo presidente e dal Consiglio nazionale della Federazione nella prossima riunione, che si terrà già nel corso del corrente mese.

Nelle sue conclusioni, il Consiglio nazionale non ha mancato di dare merito e ringraziare la presidente uscente per l’impegno profuso a favore della causa degli emigrati.

In difesa dei diritti degli emigrati e per favorire un rapporto più giusto tra rappresentanze istituzionali, politiche e l’altra Sardegna che vive in emigrazione, Francesca Fais si è distinta per costanza e impegno dapprima in qualità di rappresentante dell’esecutivo del Circolo di Losanna e come presidente dello stesso circolo.

Susseguentemente dando il suo qualificato apporto, di donna impegnata, nel ruolo di Consigliera nazionale fino ad assumere l’incarico di Presidente della Federazione.

In tali incarichi, nel difendere strenuamente i diritti fondamentali dei sardi nel mondo, si è resa più volte protagonista, anche con serrati confronti, sia nel dibattito dialettico all’interno degli stessi organi che rappresentano il mondo dell’emigrazione, sia al cospetto dei rappresentanti istituzionali della Regione Sardegna.

Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera
Servizio Stampa
Nando Ceruso

TOP